Recensione a cura di Maurizio “Dr. Feelgood” Faulisi pubblicata sul magazine Chop and Roll.

“Conosco Joe Valeriano da oltre quindici anni, l’ho ascoltato tante volte. Chi ama il Texas Blues e Stevie Ray Vaughan conosce ed apprezza Joe Valeriano, perchè te ne fa sentire meno la mancanza. Non ho mai conosciuto nessun altro che è riuscito ad avvicinarsi al suo stile, alla sua anima artistica meglio di Joe. Jimi Hendrix e Stevie Ray Vaughan sono i principali riferimenti ma naturalmente vanno considerati solo un solido punto di partenza dal quale si è sviluppata la sua personale visione del Blues e del Rock., concretizzatasi in ben nove album. “Lonesome Road” segue un disco acustico del 2012 e propone un’idea originale, quella di  musicare poesie e testi tradizionali afroamericani con melodie e arrangiamenti originali, nuovi. E così vedono la lice nuove canzoni da vecchi testi, quelli più popolari come “Frankie and Johnny”, “Everyday I Have the Blues” e meno conosciuti come “Hard Times” (qui indicata come traditional, nulla a  che fare con il classico di Stephen Foster) o “A Song” del poeta Paul Laurence Dunbar. Joe è in splendida forma, anche con la voce. Nei pezzi lenti è particolarmente profonda, come nella citata “A Song”. In chiusura un proiettile strumentale dal titolo “Red Rock’n’Roll Ridge”. Lodevole il contributo di Mauro Florean alla batteria e Massimo Pavin al basso.”

Maurizio “Dr. Feelgood” Faulisi – Chop and Roll

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...